PROGETTO VIVIARDESIO PERCORSO STORICO ARTISTICO APR2017_Festari Luca (3)

Al centro di Ardesio sorge maestoso il Santuario della Madonna delle Grazie, importante esempio di arte barocca per tutta la Valle.

Il 23 giugno 1607 Maria e Caterina Salera, rispettivamente 11 e 9 anni, a causa di un violento temporale si chiusero, su consiglio della madre Maddalena, in una della stanze della casa (la Stanza dei Santi) a pregare affinché il temporale cessasse.

Durante la loro Preghiera la stanza si riempì di luce, e dinnanzi a loro apparve la Madonna in trono con in braccio il Bambino. Nello stesso istante fuori il cielo si rasserenò.

Il Parroco del paese informò subito la Curia dell’accaduto, ottenendo così la chiusura della stanza dove era avvenuta l’Apparizione.

La comunità di Ardesio, a meno di un anno dall’accaduto, ottenne la licenza per erigere attorno a casa Salera un Santuario.

Fu così che, nel 1608 il Comune stanziò 4.300 lire imperiali per l’acquisto dell’abitazione e delle altre adiacenti, poi abbattute per far spazio al Santuario.

Il 24 giugno 1608 venne posta la prima pietra. 83 anni dopo con pubblica delibera fu istituita la festività dell’Apparizione il giorno 23 Giugno.

Santuario Ardesio

Ogni anno infatti nel borgo di Ardesio, i giorni 22 e 23 giugno, si celebra l’Apparizione della Madonna delle Grazie.

Questo evento religioso attrae ogni anno centinaia di famiglie, giovani e fedeli da diverse provincie della Lombardia, senza considerare il rilevante numero di pellegrini che raggiungono il Santuario a piedi in onore della Madonna.

Naturalmente al centro dell’attenzione restano le Celebrazioni Religiose, senza dimenticare però la presenza di una grande varietà di banchetti, che riempiranno il centro storico per i due giorni di festa, e giostre per i più piccoli.

SOCIAL